News dal mondo fbf

Post by Matilde Cirini On 10 Aprile 2019 In Fbf news

Una rete ciclabile da 750 km: la Toscana a portata di pedali

Più di 750 km interamente ciclabili entro il 2023: sono le ciclovie progettate e finanziate dalla Regione Toscana. Tre percorsi straordinari da esplorare in sella alla propria bici: dalla rete lungo l'Arno che si snoda dal Monte Falterona per arrivare alla foce di Marina di Pisa fino alla Tirrenica con 5 province, 30 comuni e 4 parchi lungo la costa. E ancora, un network che intercetta tutti i comuni della Piana tra Firenze e Prato. Vincenzo Ceccarelli, assessore alla mobilità della Regione ci ha parlato delle ciclabili del futuro.

 

Più di 40 milioni investiti nelle ciclovie regionali: quanto è importante la mobilità sostenibile per la Regione Toscana?

La mobilità sostenibile è una priorità assoluta ed è la stella polare della nostra azione di governo, non soltanto per quel che riguarda la ciclabilità ma anche per l'intera programmazione dei servizi di trasporto pubblico locale. Il sistema delle ciclovie regionali sarà un importante tassello di questa strategia, che coniuga la mobilità sostenibile con sane abitudini di vita. Ma sarà anche un importante infrastruttura di sviluppo economico di tanti territori a vocazione turistica.

Ciclabile Tirrenica, Parco della Piana, Ciclopista dell'Arno: a che punto siamo con i lavori?

I lavori procedono secondo programma. Recentemente abbiamo inaugurato il ponte sull'Ombrone lungo la ciclovia Tirrenica. Entro la prossima estate saranno pronti il tratto casentinese della Ciclopista dell'Arno e ad Arezzo il collegamento con il Sentiero della Bonifica. E così via. Contestualmente prosegue l’opera di progettazione che è piuttosto complessa, perché si devono non solo individuare i tracciati migliori ma anche coordinare e concordare gli interventi con i tanti enti locali coinvolti e con il territorio. Sicuramente entro 3-4 anni la Toscana avrà un sistema di piste ciclabili degno della sua bellezza e tra i più attraenti d’Europa.

La Ciclopista sull'Arno sarà l'itinerario più lungo e più bello d'Europa?

Secondo me sarà sicuramente uno dei tracciati più belli d’Europa. Pensiamo ai luoghi attraversati dal percorso. Quello che sta prendendo corpo in questi mesi di lavoro è un percorso veramente affascinante che si snoderà tra realtà di grande valore naturalistico, staorico e culturale, attraversando alcune tra le città d'arte più amate e conosciute nel mondo.

Il cicloturismo è un fenomeno in forte crescita. E' possibile stimare gli impatti economici delle ciclovie sul territorio regionale.

E’ difficile farlo. Abbiamo però dei dati nazionali ed europei che indicano come il fenomeno del cicloturismo viva una crescita fortissima. Secondo il report realizzato da Isnart-Unioncamere e Legambiente solo in Italia dal 2013 ad oggi c’è stata una crescita del 43%. Il turismo legato alla bicicletta vale quasi 8 miliardi di euro all’anno. Ovviamente c’è bisogno non soltanto di realizzare le opere ma anche di mantenerle in buono stato nel tempo e di saperle promuovere. Per questo nell’ultima legge finanziaria regionale abbiamo previsto che la Regione si farà carico del 60% dei costi per la manutenzione ordinaria e straordinaria con l’obiettivo di garantire una manutenzione omogenea ed efficace su tutte le Ciclovie di interesse regionale. Sul lato della promozione già da quest’anno prevediamo negli accordi sottoscritti con i Comuni coinvolti l'individuazione di azioni congiunte per la valorizzazione del sistema delle Ciclovie ai fini della sua attrattività turistica.

 

 

Letto 109 volte
Sei qui: Home News Una rete ciclabile da 750 km: la Toscana a portata di pedali