News dal mondo fbf

Post by On 26 Febbraio 2018 In Fbf news

A Firenze il primo campionato di E-bike cross d’Italia

Il futuro della competizione su due ruote? L’elettricità. Nel mondo del motociclismo si sente dire da anni (e si sperimentano già le prime soluzioni ad alto potenziale), ma nel ciclismo in pochi ci avrebbero scommesso. TERZAROSSA – è scritto proprio così “tuttoattaccato” e “tuttomaiuscolo” – lo ha fatto, sviluppando bici elettriche da competizione. Ne abbiamo parlato con Marco Comellini, ideatore dell’EBX Championship.

 

Che cos’è TERZAROSSA e quali sono i suoi obiettivi?

E’ la terza rossa emiliana: la prima rossa è la Ferrari, che fa auto a Maranello; la seconda è la Ducati che fa moto a Bologna e poi ci siamo noi, che facciamo e-bike da competizione. Come azienda abbiamo creato una bici che fa cose che le altre bici elettriche non fanno: ha un acceleratore al manubrio e una potenza di 4 kilowatt. Ed è una novità assoluta. Un oggetto molto performante che si avvicina al mondo del motociclismo. Nasce per correre, per fare delle gare e dei veri campionati di EBX.

Un campionato EBX? Di cosa si tratta?

Firenze ospiterà il FlorencE-Bike Festival, una delle prime date dell’Electric Bike cross Championship in Italia. E’ un campionato assolutamente innovativo dedicato alle bici elettriche che, invece di svolgersi su per una montagna come le tradizionali gare ciclistiche, ricalca lo stile americano: uno show spettacolare e molto coinvolgente su un tracciato completamente smontabile e replicabile ovunque con rampe, ostacoli e difficoltà varie. Tre categorie di e-bikers (legal, modify e GP) si sfidano in batterie da tre piloti, che si susseguono senza soluzione di continuità. Cinque giri a batteria in 2 minuti e mezzo. A seconda del piazzamento il pilota guadagna un numero di punti e alla fine delle 12 manche chi ha il miglior punteggio vince. Si tratta di una disciplina a metà strada tra la moto da cross e la BMX, ma è un format nuovo, con una gara molto emozionante: un corpo a corpo diretto, con sorpassi uno dietro l’altro. Il pubblico si gode lo spettacolo intorno alla pista, come se fosse allo stadio. Posso garantire che in Italia non c’è mai stato niente di simile fino ad ora. 

Qual è la tecnologia alla base delle bici elettriche da competizione e cosa le differenzia dalle normali pedelec?

La bici elettrica a pedalata assistita, cioè quella che si può trovare in un qualsiasi negozio ed è omologata, nasce per fare sport ma entro certi limiti: ha una potenza massima di 250 watt e un’assistenza alla pedalata fino a 25 km/h. Le bici TERZAROSSA invece hanno 4 kilowatt di potenza – un picco di ben 16 volte superiore alle normali e-bike – e possono raggiungere una velocità massima di 80 km/h. Inoltre, hanno un motore alla ruota, non centrale: questo ci consente di smontare le ruote posteriori in 4 minuti e convertirle in bici muscolari. Sono quindi bici ibride, “a doppia pelle” come le chiamiamo noi. E’ un progetto diverso da tutti gli altri, una bici fatta tutta in Italia, completamente a mano, anche su misura.

Com’è possibile avere un motore così performante alimentato con risorse rinnovabili?

A dettare le regole del gioco sono la centralina e il pacco batteria. Utilizziamo celle altamente performanti sia in fase di ricarica, sia in fase di scarica. Il nostro pacco celle si ricarica in un’ora contro le tre delle altre e-bike. Ma attenzione, le celle che utilizziamo sono le stesse delle altre e-bike in commercio: batterie agli ioni di litio, totalmente sicure. Il nostro segreto sta nel know-how TERZAROSSA. Attualmente stiamo lavorando per commercializzare i nostri prodotti e renderli alla portata di tutti. Dai nostri prototipi creeremo un prodotto più accessibile economicamente, omologato per la strada e adatto a tutti. Abbiamo un paio di novità in questo senso che sveleremo a primavera inoltrata e a settembre 2018.

Ci aspetta una vera e propria rivoluzione nelle nostre città?

Decisamente sì. Le e-bike sono il futuro, ma è anche il presente. Bologna ad esempio si è già attivata su questo aspetto: abbiamo realizzato un bike park dedicato alle bici elettriche in collaborazione con il Comune. Ma la città stessa ha creato una tangenziale dedicata alle bici e promosso l’acquisto delle e-bike con un incentivo da 300 euro a persona per tutto il 2017. La bici elettrica è il nuovo scooter.

Letto 550 volte Ultima modifica il Lunedì, 26 Febbraio 2018 14:25
Sei qui: Home News A Firenze il primo campionato di E-bike cross d’Italia